Mercato

Stefano Zamagni

Non possiamo pensare al mercato come a una istituzione fissa e immutabile nel tempo, questo è l'errore del liberismo; né come al "male necessario" come vuole lo Statalismo.
Intervista a Una città, 1995

L’economia non può e non deve restare terreno riservato agli “esperti”: oggi è chiaro che ci riguarda tutti, e tutti dobbiamo poter capire quei processi di cui siamo parte e che influenzano la nostra vita quotidiana. E allora: che cos’è davvero il mercato, quali sono i suoi pilastri? Come cambia, quali sfide deve affrontare? Il mercato si autoregola? Qual è il rapporto fra norme legali e regole morali? Si può immaginare che imprese sociali, cooperative e altre organizzazioni giochino un ruolo innovativo nella struttura della società?

Clicca qui per leggere le prime pagine del libro

Clicca qui se vuoi comprare il libro o l'e-book (in epub, mobi o pdf)

Potrebbe interessarti anche...

Dal libro manoscritto al libro stampato

Giovanni Bonificati
Questo passaggio è un caso particolarmente significativo per riflettere sulla costruzione dei mercati[...Continua sulla scheda libro]

Le regole e l'elusione

Stefano Musso
Il tema della flessibilità del lavoro è diventato in Italia uno dei terreni più caldi di confronto [...Continua sulla scheda libro]

Il progetto Gemme è un dialogo intorno al linguaggio che usiamo, partecipa anche tu: